lunedì 16 luglio 2012

le parole e i pensieri posso...mi racconti le novelle...


[Edda - Organza da Semper Biot]

Va ora in onda, un nuova rubrica: Casa Zingoide a Manovella
Visto che alcuni miei amici, evidentemente malati di mente, trovano divertenti alcune delle mie descrizioni di fatti e fattarielli che mi accadono nella vita di tutti i giorni; proverò a trascriverli qui sul blog, magari riesco ad imparare a scrivere come si deve e con più continuità. :)

Ecco il primo momento di vita vissuta:
11 Luglio 2012. Scrajo - VicoEquense.

Oggi al mare, mentre scendevo in acqua, sento: "Aiuto, il mio cuscino, aiuto, qualcuno lo vada a prendere". 
Era una bimbetta che a riva, aveva perso il suo cuscino gonfiabile tra le onde, e la corrente lo stava portando al largo. 
Eccomi, li, ex-nuotatrice: "Non ti preoccupare, piccola bimba urlatrice, lo recupero io!" 
Faccio il gesto come per strapparmi i vestiti e cacciare il costume da S.M (SuperManovella!) ma ricordo giusto in tempo che ero già in costume! 
Mi tuffo, prime due bracciate, perdo il pezzo di sotto, era troppo largo, chiappe all'aria. Con nonchalance e qualche iastemma riesco a non fare una eccessiva figura di merda, mentre il cuscino andava...
Altre due bracciate e si sposta la lente a contatto...il cuscino intanto ha cambiato rotta e invece di andare al largo...va verso gli scogli...
Lente a contatto a posto, raggiungo il cuscino...che birichino, ora mi raggiungeva, ora se ne andava verso gli scogli...hop...hop...hop...SBRANG
...mi sono incagliata tipo Concordia sullo scoglio
...ho la coscia piena di graffi, MA IL CUSCINO L'ho recuperato! 
Missione Compiuta. 
Ovunque ci sia un giovane in difficoltà, ovunque ci sia una cuscino perso tra le onde, o un materassimo alla deriva...chiammat' a coccorun'ato!!! (qualcun altro)

Nessun commento:

Posta un commento