giovedì 30 dicembre 2010

Mò ven natale, nun tengo denare, me fumm na pippa e me vac a cuccà!


Natale è appena passato...e io sempre nun teng denar'!

Questa sera soffro d'insonnia...vuoi che il periodo delle feste natalizie lo schifo troppo, vuoi che in genere vado a dormire prestissimo e quindi non ho sonno arretrato, vuoi che è un periodo che nn vuole passare...vuoi na centomilalire [cit.]...
sono qui, sveglia, nel letto, e automaticamente il cervello (o quello che ne rimane) comincia a mandare scosse elettriche in giro per i neuroni...
Quando si avvicinano le feste, il mio umore è "bifasico": il natale mi fa diventare un pò tipo Scrooge(e i fantasmi della suddetta festa mi perseguitano). Divento carogna...e pigra...niente mi riesce a smuovere [a parte i miei amati Elio oppure i Nobraino(che meritano un capitolo a parte)].

Mentre a Capodanno mi viene l'angoscia condita da kg tristezza.

Come il simpatico Scrooge, mi viene voglia di parlare con i 3 fantasmi (saranno le ripetute sbronze ai pranzi con famiglia!!), ma siccome il presente mi fa schifo e il futuro mi terrorizza, preferisco parlare solo con il fantasma dei natali passati...dal natale, però, parto per la tangente e inizio a ricordare...
In generale sono nostalgica, quando poi arriva capodanno, pasqua, qualche festa di compleanno...insomma in ogni occasione in cui qualcuno pronuncia l'odiata parola AUGURI, il cervello, per non affrontare il festeggiamento parte e si rifugia nel passato.
Ci tengo a precisare che non sono nostaglica in negativo, cioè di quelli che rimpiangono il passato perchè "tutto era più bello"; no, io accetto i cambiamenti (pur se spesso negativi o prossimi a zero) che ci sono in una "normale" (più o meno) vita; ma siccome non vivo bene il presente, mi piace rifuggiarmi in un periodo in cui, mi sembrava di stare peggio, ma in realtà stavo meglio! :D

Viaggiando tra i ricordi...non so come...mi è venuta in mente (o meglio nel cuore) quella sensazione stupenda di quando da giovincelli esistevano i BALLI LENTI!!
Volete mettere l'emozione del ballo lento con un ragazzo che piace tanto??? Il cuore che sembra uscire dal petto per tutta la durata del pezzo, la tremarella quando le mani si appoggiano sul di lui collo, la risatina isterica dovuta all'imbarazzo, il caldo che si sente perchè le sue mani sono sui tuoi fianchi, il profumo di lui che si sente ancora sui tuoi vestiti anceh il giorno dopo (alzi la mano chi non ha annusato la maglietta una volta tornata a casa!!!)...e il momento più imbarazzante di tutti: la diminuzione della distanza tra i ballerini!!!!!!!

FAVOLOSO!! Sono millenni che non mi capita di provare cose del genere...

Però, anche questi momenti stupendi, avevano i loro lati negativi...quando al posto tuo, veniva scelta la TUA AMICA,quella carina e spigliata...mi è capitato, ed è terribilmente deprimente.
Tutte li, al bordo della stanza (perché le feste erano in casa!!!), si avvicina quello che ti piace, e tu stai per svenire...sei li incredula, "No, non è possibile che stia venendo da questa parte, sono un cesso!".Eppure sembra che punti proprio te...allora ti auto-convinci: "Si è vero, è la rivincita della sfigata, di quella con gli occhiali, della strana, finalmente posso gridare al mondo: CE L'HO FATTA MI HA CAGATA!". Stai anche per alzarti e stai per porgergli la mano...quando..."Scusa, ti va di ballare?"...e prende la mano della tua amica,quella carina di cui sopra...
Ecco da dove arrivano tutti i problemi, dalle feste adolescenti!!DANNATA FESTA DELLE MEDIEEEEEeeeeeeee [cit.] e anche del liceo!
Mi sa che parecchie cose io non le ho ancora superate!! :D
Però ricordo le occasioni andate bene con gioia e mi piacerebbe riprovare una sensazione del genere.
Ma alle feste di oggi si ballano ancora i lenti?
Cmq, per adesso, prendo il cuscino, metto un bel pezzo e ballo con lui, in mancanza di materia prima! :D

Balli?

Nessun commento:

Posta un commento