venerdì 28 luglio 2006

Tutto cominciò in primavera…le voci iniziavano a correre sui fili internettici…bite dopo bite giunsero anche al mio orecchio “ELIO E LE STORIE TESE E BISIO FANNO UNO SPETTACOLO INSIEME A LUGLIO!”…<minghia!> ho pensato <è possibbole che scendano al di sotto della linea di confine tra zona con concerti e zona dove non ne fanno?>
…senza speranze ho controllato il sito ufficiale…e, magicamente, c’erano le date, e,ancor più magicamente, ho assistito al miracolo DUE DATE IN CAMPANIA…Caserta e Benevento il 19 e 20 luglio…sono svenuta…e anche un po’ venuta…

Ormai la mia vita era proiettata solo verso quelle due date…affanculo lavoro e studio(infatti mi hanno bocciato in statistica, ma statisticazzi!!!) e tutto il resto…il conto alla rovescia era iniziato…
…e finalmente, dopo una stupenda vacanza di 10 giorni a Madrid e Palma de Mallorca con l’amicissima Ggiosalea, è giunto il momento…
Il 18 sera sono tornata a casa…e il 19 Luglio era la data X1…

Appuntamento con FavaAlino nei pressi della reggia, senza un orario, mi avvio alle 18 e 30, con la mia bella Ka viola tutta scassata, verso il mondo dei sogni…Arrivata a Caserta, noto che la città era tappezzata di manifesti che annunciavano l’atteso “CLAUDIO BISIO SHOW”, senza un minimo accenno agli Elio…perplessità…
Arrivo alla reggia e incontro l’illustre DassioEaster (/che ringrazio tanto!), in compagnia di due donzelle molto simpatiche, che lavorano con lui, sono partenopee ma lavorano a roma (coincidenza assurda, una delle due è amica di un mio amico di Gragnano!!)…Il FavoRomano ci fa entrare per vedere se stanno ancora facendo il soundcheck e per cercare la mitica Chiara…ma niente…tutto finito…
Arriva anche l’AlainoMorisette…e finalmente arriva l’ora del concerto…
Io e Dassio (che aveva visto il giorno prima lo spettacolo a Roma, essendo lui romano de roma!!) ci accomodiamo in posti che non erano nostri ma avevano una buona visuale…la canzoncine pre concerto ci fanno capire il tipo di pubblico che c’era…quando è cominciata “In un mondo di frocioni” ad una signora molto distina è venuta una paresi…un sorriso sforzato….beveva per stemperare la tensione…si girava intorno per capire dove si trovasse e se fosse l’unica scandalizzata …eheheh…
e sulle note di una UNANIMI niùverscion inizia il viaggio…per due ore e passa non mi si è mai levato il sorriso dalle labbra…è stato stupendo…pezzi rari…battute…divertimento sul palco…una delle poche pecche era il pubblico…sembrava uscito direttamente da un ospizio…nessuno applaudiva…pochi cantavano…non reagiva….uno schifo insomma…
Anche Bisio dal palco, alla fine, prima dei bis, ha punzecchiato come una zanzara; visto che i più “annoiati” , appena gli artistoni hanno abbandonato il palco, si sono alzati ignari del PEZZONE FINALE che ci aspettava, Bisio: “Vabbè facciamo andare via i più anziani e gli assessori, e rimaniamo noi giovani, ora ci divertiamo!” J e parte “la canzone de taglialegna” dei monty python. Tradotta alla grande, con i coretti e le facce delle giubbe rosse STUPENDE…

Dopo il concerto noi Favette ci avviamo speranzose verso le transenne in attesa dell’agognato backstage!! Duccio va in avanscoperta, cerca chiara, ma chiara non si trova. La ns attesa è vana…il backstage non ci sarà!!! Intravedo Elio che mi dice “mi spiace per stasera, ma siamo un po’ di fretta” e io “Vabbè domani vengo a Benevento!!” ,“Ok allora ci vediamo domani, dovremmo essere più tranquilli”…speriamo bene…
Alla fine Duccio ci spiega cosa è successo…Subito dopo il concerto la security (5,6 omoni in giacca e cravatta, con tanto di auricolare) hanno preso Bisio, e l’hanno trasportato in macchina, che è scappata a 100 all’ora dalla Reggia; e hanno lasciato il retro-palco incustodito; risultato: c’è stato un assalto agli Elio nei camerini (dei tendoni che dietro non avevano protezione!!) generando il panico più totale!!! Vabbè ma tanto gli Elio non sono nessuno…anche i manifesti parlavano del “CLAUDIO BISIO SHOW” !

Belle cose, degne di nota: Supergiovane che si affaccia ad una finestra della reggia prima di catapultarsi dal palco; le bolle di sapone che inondano il pubblico durante “Think”, e naturalmente Vano Fossati (ma sono di parte! Ehehe ).

Triste e mesta, ma soddisfatta mi avvio verso casa…senza prima aver dovuto sopportare gli abbordaggi di varie macchine di giovani tamarri, che, vista una ragazza sola che camminava verso il nulla (dove avevo parcheggiato el coche!!) hanno ben pensato di rallentare e iniziare con vari ”psssss, dove vai bella??”…automaticamente il mio dito medio è partito più volte!!! è sempre un bel vivere…
...to be continued...

2 commenti:

  1. Peccato non esserci incontrati.

    Vabbè se ne riparlerà al prossimo concerto, fra 12 anni! :)

    Ciao

    Andy

    RispondiElimina
  2. Allora FavaManuela, l'elemento costante di questo tour è la presenza di gente senza gusto tra il pubblico, forse anche per raggiunti limiti di età... tu pensa che io e i miei 2 compagni di avventure concertistiche eravamo guardati quasi costantemente male da quelli seduti intorno a noi durante il concerto di Lecce... e anche da noi la maggior parte non sapeva che il concerto non finiva quando credevano loro... aahhh, ma perchè la gente non si informa prima???

    RispondiElimina